About Simone Ferrari

Nato nel 1978 a Torino, sono Avvocato (iscritto all'Albo Avvocati di Torino, n. 5420), Criminologo, Dottore di ricerca in Diritto Penale. Ho studiato al Real Collegio Carlo Alberto di Moncalieri, dove ho conseguito la Maturità Classica, e nel 2001 mi sono laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Torino. In seguito, mi sono perfezionato in Intelligence e Sicurezza Nazionale presso l’Università degli Studi di Firenze e ho conseguito un Master di II livello in Scienze Forensi presso l’Università di Roma “Sapienza”. Posseggo il certificato ECDL (European Computer Driving Licence). Collaboro con Wolters Kluwer, sono iscritto nell’elenco degli esperti criminologi del distretto di Corte d’appello di Venezia e sono socio della Società Italiana di Criminologia. Il mio punto di riferimento è la Costituzione, dalla quale mi sento protetto e per la quale sono disposto a lottare. Credo nel diritto di difendersi conoscendo e provando, ma prendo atto della mancanza di una cultura dell’indagine difensiva. A mio parere l’avvocato, che sia anche criminologo e/o investigatore, o con l’aiuto di un criminologo e/o di un investigatore, può fornire all’indagato/imputato o alla vittima un servizio più efficace ed efficiente. Critico la giustizia penale italiana, specialmente per la sua debolezza. Il fatto che l'imputato possa nominare due difensori, mentre la persona offesa uno soltanto, rende l'idea del rovesciamento dell'ordine delle cose. Auspico una pena certa, pronta e severa, senza distinzione fra ricchi e poveri, preceduta da un giusto processo. Insomma, la pena come tutela della libertà e la libertà come limite dell’autorità (Cattaneo). Sogno uno Stato nel quale i criminali abbiano il terrore di delinquere e ritengo che le associazioni di tipo mafioso siano il primo problema dell'Italia. Circa la Politica, è evidente che ne va ripensato il criterio di accesso. Vengo sovente accusato di essere teorico, pur essendo solitamente chiamato per risolvere problemi pratici. Sono stato talvolta accusato di essere timoroso: erano i peggiori vigliacchi. Condivido le parole di Erri De Luca, secondo cui invincibile non è chi vince sempre, ma chi mai si fa sbaragliare dalle sconfitte, chi mai rinuncia a battersi di nuovo; in altre parole, come scrisse Lucio Anneo Seneca nel 58 d.C., invulnerabile non è chi non viene colpito, ma chi non ne resta ferito.
Piazza Vittorio Emanuele II, 3/B - 10024 Moncalieri (Torino); Via Orsanmichele, 2 - 50123 Firenze avv.simoneferrari@gmail.com - www.avvocatosimoneferrari.it

Febbraio 2019

Il LAIC al Liceo Statale “Regina Margherita” di Torino (succursale di via Caduti sul Lavoro)

By |Eventi, News|

Il 15 febbraio 2019 il LAIC è intervenuto al Liceo Statale "Regina Margherita" di Torino per un incontro con gli studenti sui problemi che ruotano intorno al crimine. Anche quest'anno sono rimasto stupito dall’interesse e dalla maturità con cui gli alunni hanno ascoltato e dialogato con noi. Loro si sono portati via qualche spunto di [...]

Modello di informativa sul trattamento dei dati personali e notizie ai sensi della disciplina sulle indagini difensive

By |Deontologia, Investigazioni, Modelli, Procedura Penale|

di Simone Ferrari Ai sensi dell'art. 3 (Informativa unica) della Delibera 19 dicembre 2018, n. 512, del Garante per la protezione dei dati personali, l'avvocato può fornire in un unico contesto, anche mediante affissione nei locali dello Studio e, se ne dispone, pubblicazione sul proprio sito Internet, anche utilizzando formule sintetiche e colloquiali, l'informativa sul trattamento dei [...]

Avv. Mario Magnocavallo, Dichiarazione fraudolenta: rischi penali per l’amministratore formale

By |Diritto Penale, Giurisprudenza|

Il contributo della psicologia nella preparazione delle attività difensive

By |Investigazioni, Psicologia|

di Mariafrancesca Santamaria Psicologa Criminologa, Master di II livello in Psicopatologia forense e Criminologia Clinica presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano

Quando il testimone diventa indagato: note sulle dichiarazioni indizianti

By |Procedura Penale|

di Salvatore Micalizzi Durante lo svolgimento di indagini, la polizia giudiziaria (di seguito P.G.) può avere la necessità di assumere sommarie informazioni da persone che possono riferire circostanze utili. Occorre procedere con le dovute cautele durante la raccolta di queste informazioni, in quanto molto utili - se non talvolta fondamentali - in ottica processuale. Le [...]

La filosofia della pena tra teoria retributiva e teoria rieducativa

By |Diritto Penale|

di Elisa Vernagallo  Il concetto di pena, relativamente all’evoluzione storico-culturale, può definirsi dinamico. Il suo cangiante significato attraverso le varie epoche storiche è attribuibile alle teorie che sono state elaborate nel tempo in relazione al fondamento, allo scopo e alla funzione della pena stessa. Una prima linea di demarcazione concettuale relativa alla pena è rintracciabile [...]

Gennaio 2019

Il LAIC all’Università di Roma “Sapienza”

By |Eventi, News|

Siamo orgogliosi di comunicare che il LAIC è intervenuto alla Sapienza nel corso della giornata di apertura della XVII Edizione del Master Interfacoltà di II Livello in Scienze Forensi (Criminologia-Investigazione-Security-Intelligence), che si è tenuta sabato 2 febbraio 2019. Un sentito ringraziamento per l'invito va all'Avv. Prof. Natale Fusaro.

Febbraio 2019

Corruption Perceptions Index 2018

By |Osservatorio|

https://www.transparency.org/files/content/pages/2018_CPI_Executive_Summary.pdf The 2018 Corruption Perceptions Index, published by Transparency International, measures the perceived levels of public sector corruption in 180 countries and territories. Drawing on 13 surveys of businesspeople and expert assessments, the index scores on a scale of zero (highly corrupt) to 100 (very clean).

Gennaio 2019

Le investigazioni difensive fra deontologia e dati personali: un aggiornamento

By |Deontologia, Investigazioni, Normativa, Procedura Penale|

di Simone Ferrari Aggiornando un nostro precedente articolo (*), occorre dare atto della Delibera 19 dicembre 2018, n. 512 (pubblicata nella GU 15 gennaio 2019, n. 12), recante Regole deontologiche relative ai trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive o per fare valere o difendere un diritto in sede giudiziaria, emanata dal Garante [...]

Novembre 2018

Simone Ferrari, Le investigazioni difensive fra deontologia e dati personali

By |Deontologia, Investigazioni, Normativa, Procedura Penale|

I - L'investigazione difensiva costituisce al tempo stesso un diritto e un dovere dell'avvocato. È un diritto nei rapporti con l'autorità giudiziaria, che deve permetterne la libera esplicazione; è un dovere (Tonini) nei rapporti con il cliente, in quanto l'attività difensiva può richiedere, per essere efficace, che vengano svolte indagini. Ai sensi dell'art. 55 Codice [...]