Circa Simone Ferrari

Nato nel febbraio 1978 a Torino, sono Docente di Scuola Secondaria, Dottore di Ricerca in Diritto Penale italiano e comparato, Criminologo con idoneità per l'iscrizione nell'elenco degli esperti criminologi del distretto di Corte d'Appello di Venezia, Master di II Livello in Scienze Forensi presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", Corso di Perfezionamento post-laurea in Intelligence e Sicurezza Nazionale presso l'Università degli Studi di Firenze; sono altresì socio della Società Italiana di Criminologia. In passato, sono anche stato Avvocato Specialista in Diritto Penale. Ho studiato al Real Collegio Carlo Alberto di Moncalieri, dove ho conseguito la Maturità Classica nel 1996; nel 2001 mi sono laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Torino, con una tesi sul delitto di lesione personale: qui ho collaborato, anche con Assegni di Ricerca, fino al 2009 con il Prof. Sergio Vinciguerra su Diritto Penale e Criminologia. Collaboro da tempo con Wolters Kluwer/Utet Giuridica/Altalex a livello editoriale e redazionale e sono stato redattore della Sezione Penalistica della Rivista Diritto penale XXI secolo. Europeo, storico, comparato, Cedam. Il mio punto di riferimento è la Costituzione antifascista, che provo a mettere costantemente in pratica con tenacia, semplicità e chiarezza. Credo nel diritto di difendersi conoscendo e provando, ma prendo atto della mancanza di una cultura dell'investigazione difensiva: ragione per la quale abbiamo fondato il LAIC. Mafie, corruzione, evasione fiscale, privati senza scrupoli sono i problemi irrisolti di noi italiani, troppo spesso egoisti, senza visione e forti solo coi più deboli. Dire ma non fare, fermarsi all'idea predicabile senza diventare opera buona: v'è un solco profondo tra chi insegna e chi apprende la Legge. Come si fa (Antonio Spadaro) ad ascoltare come autorevole una persona che sai essere incoerente? Interpreto la pena come tutela della libertà e la libertà come limite dell’Autorità (Mario A. Cattaneo) e condivido le parole di Erri De Luca, secondo cui invincibile non è chi vince sempre, ma chi mai si fa sbaragliare dalle sconfitte, chi mai rinuncia a battersi di nuovo; in altri termini, come scrisse Lucio Anneo Seneca nel 58 d.C., invulnerabile non è chi non viene colpito, ma chi non ne resta ferito.
simoneferrari@associazionelaic.it

Novembre 2023

Mario Deganello, Assoluzione in primo grado e condanna in appello: una never-ending story

Di |2023-11-28T16:20:57+00:00Novembre 28th, 2023|News, Procedura Penale|

La “saga infinita” dell’overturning, in grado di appello, della liberatoria emessa in prime cure si arricchisce di un nuovo, ennesimo, capitolo. In una recente pronunzia (Cass. pen., Sez. I, 28732/23), infatti, il giudice di legittimità ci dice che “la rinnovazione istruttoria non può essere parziale e limitata ad una selezione delle fonti dichiarative e neppure [...]

Mario Deganello, L’ascolto del minore nel processo per “maggiori”: l’interprete al varco fra aporie normative e linee-guida solo orientative

Di |2023-11-22T18:21:58+00:00Novembre 13th, 2023|Procedura Penale|

Che il contributo che l’infradiciottenne può fornire per l’accertamento di responsabilità nel processo per adulti si riveli, il più delle volte, determinante, se non addirittura risolutivo, è enunciato a tal punto self-evident da non richiedere ulteriori commenti. E del pari dicasi per l’assunto giusta cui, stante il principio dell’intime conviction giudiziale (cfr. art. 192, comma [...]

Ottobre 2023

Mario Deganello, Race still matters? Le “azioni positive” al vaglio della giurisprudenza della Corte Suprema Federale statunitense

Di |2023-11-22T18:21:58+00:00Ottobre 7th, 2023|News, Procedura Penale|

In una recente pronunzia del giugno scorso (Students for Fair Admissions, Inc. v. President and Fellows of Harvard College), oggetto di copertura mediatica finanche alle nostre latitudini, la Corte Suprema federale statunitense è ritornata, sembrerebbe giusta una prospettiva draconianamente risolutiva, sull’annosa, e controversa, vicenda della legittimità delle cosiddette affirmative actions (“azioni positive”) all’obiettivo di implementare [...]

Settembre 2023

Paola Rizza, Catania e lo scottante problema della delinquenza: riflessioni socio-criminologiche

Di |2023-11-22T18:21:58+00:00Settembre 15th, 2023|Criminologia|

L’irrecuperabile realtà in cui, ad oggi, si è costretti a vivere ritengo sia frutto di una società malata. Si ha la costante sensazione di trovarsi all’interno di una realtà sempre più squilibrata, dove il rispetto è un concetto vuoto, privo di significato e l’etica è vista come il più grande dei mali. La delinquenza è [...]

Luglio 2023

Mario Deganello, Overturning della sentenza di proscioglimento emessa in primo grado e “motivazione rafforzata”: verso una nuova dimensione del giudizio di appello

Di |2023-11-22T18:21:58+00:00Luglio 27th, 2023|Giurisprudenza, News, Normativa, Procedura Penale|

Con una recente pronunzia (Cass. pen., Sez. III, n. 27473/2023) il giudice di legittimità interviene, una volta di più, sull’ormai divenuto classico tema del superamento del decisum assolutorio di cui alle prime cure a fronte dell’“obbligatoria” rinnovazione dell’istruzione dibattimentale in grado di appello: al di là del contenuto precettivo (su cui infra) dell’art. 603, comma [...]

Giugno 2023

Mario Deganello, Il cosiddetto ergastolo ostativo ai tempi del governo Meloni … e la Corte Costituzionale sta a guardare

Di |2023-11-22T18:21:59+00:00Giugno 8th, 2023|Diritto Penale, News, Normativa, Procedura Penale|

È ben nota la storia recente di ciò che, con locuzione incongrua, viene ad appellarsi come ‘ergastolo ostativo’. Con ordinanza 15 aprile – 11 maggio 2021, n. 97, difatti, la Corte costituzionale, avvalendosi di uno strumento decisorio da essa medesima “ingegnato” al riguardo ovverossia la pronunzia di incostituzionalità differita o sentenza di incostituzionalità accertata ma [...]

Maggio 2023

Mario Deganello, “Al di là di ogni ragionevole dubbio”: attraenza del significante ma evanescenza del significato

Di |2023-11-22T18:21:59+00:00Maggio 25th, 2023|News, Normativa, Procedura Penale|

In un recente decisum (Cass. pen., Sez. VI, n. 7572/2023) l’organo di legittimità, adito a fronte di una doglianza ad oggetto l’esatta configurazione del reato di cui all’art. 375 c.p. (“Frode in processo penale e depistaggio”), era altresì investito di due motivi di ricorso che lambivano, in un contesto nondimeno di maggiore ampiezza, il profilo [...]

Mario Deganello, La presunzione di innocenza/non colpevolezza: false realtà mezze verità e tutele effettivamente da implementare

Di |2023-11-22T18:21:59+00:00Maggio 11th, 2023|News, Normativa, Procedura Penale|

Recentemente, in più di un quotidiano a diffusa copertura nazionale (v., per tutti, l’articolo, dall’emblematico titolo “Bavaglio Cartabia: uccide il diritto di cronaca”, di cui al “Fatto Quotidiano” del 13 aprile u.s., notizia poi rilanciata da ulteriori fonti), sono apparsi commenti al “vetriolo” ad oggetto un supposto imbavagliamento della libertà di informazione a fronte di [...]

Aprile 2023

Mario Deganello, La giustizia riparativa: “fiore all’occhiello” o “scommessa azzardata” di cui al D. Lgs. n. 150/2022?

Di |2023-11-22T18:21:59+00:00Aprile 20th, 2023|Diritto Penale, News, Normativa, Procedura Penale|

È indubbio che nel disegno ordinatore rappresentato dal d.lgs. 10 ottobre 2022, n. 150, recante “Attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134, recante delega al Governo per l'efficienza del processo penale, nonché in materia di giustizia riparativa e disposizioni per la celere definizione dei procedimenti giudiziari” (cosiddetta riforma Cartabia dalle generalità dell’allora facente funzioni [...]

Torna in cima